Set 11 2014

Ecco a voi la classifica delle 10 migliori gelaterie artigianali di Roma secondo Diario del Gusto.

 

 

   10. Mela e cannella, via Oderisi da Gubbio 71, zona Marconi - Portuense.

 

Gelato leggero, con ingredienti naturali, di alta qualità. Discreto numero di gusti, sia con latte che senza. Tra i gusti senza latte, di notevole livello il cioccolato extrafondente, la banana ed il limone di Amalfi. Tra quelli con il latte, molto gustosa la crema pasticcera al limone di Amalfi. Da provare la gianduia e la nocciola senza latte (rara da trovare), benchè quest'ultima non sia stata molto convincente. Il gelatiere sconsiglia di aggiungere al gelato la panna, tra l’altro ottima, perché ritiene che copra le papille gustative ed impedisca di apprezzarlo in maniera adeguata. Locale molto piccolo senza nessuno spazio per sedersi, sia dentro che fuori. I prezzi dei coni variano tra 2 e 4,50 euro, quelli delle coppette tra 2 e 3 euro.

 

    9. Il gelato di Claudio Torcè, via dell’Aeronautica 105, zona Eur.

 

Materie prime selezionate. Tantissimi i gusti presenti, molti originali. Molto buoni crema e caramello, cioccolato fondente 85% senza latte, variegato cioccolato e arachidi, zabaione al rum e tiramisú. Panna montata di grande livello. Disponibili molti tipi di cioccolato con e senza latte. Presente un utile spazio esterno per mangiare il gelato. Prezzi giusti.

 

    8. Il gelato di Dei, via Leonardo Bufalini 22, zona Tor Pignattara – Casilino.

 

Gelateria che propone un buon numero di gusti, anche originali, soprattutto per quanto riguarda le creme. Gli amanti del gelato cremoso ed in particolare del cioccolato fondente troveranno qui grande soddisfazione, dato che quest’ultimo è un autentico capolavoro. Comunque buonissimi anche il particolare gusto fetta al latte, la stracciatella, la nutella, il pistacchio e la nocciola. I gusti crema e banana, sebbene siano buoni, potrebbero migliorare. Le porzioni sono generose e soddisfacenti. I prezzi sono più che onesti ed il rapporto qualità prezzo sicuramente elevato.

 

    7. Giolitti, via degli Uffici del Vicario 40, zona Monte Citorio – via del Corso.

 

Antica gelateria (anche pasticceria) artigianale di Roma, risalente al 1900, di notevole qualità. Tantissimi i gusti presenti, sia per quanto riguarda le creme che per la frutta. Alcuni di questi ultimi cambiano a seconda della stagione. Eccezionale il cioccolato (con tanto di pezzi) fondente (senza latte), insuperabile la banana (sembra di mangiare il frutto), forse la migliore di Roma. Notevole la nocciola e voluttuosa la Gnutella (Nutella pura). Buoni crema e pistacchio, quest'ultimo ricoperto di pistacchi interi. Particolare il gusto denominato Vacanze Romane, come il bellissimo film di William Wyler con Gregory Peck ed Audrey Hepburn, consistente in pera, noce e fico caramellato. Panna deliziosa. Sala interna molto piacevole ed elegante, cosa molto rara a Roma per quanto riguarda le gelaterie. Locale sempre frequentatissimo, con file molto lunghe per gustare il gelato. I coni costano dai 2,50 ai 4,50 euro. Ad eccezione del cono piccolo da due gusti, gli altri sono ricoperti da una glassa di cioccolato fondente o bianco. Disponibile anche un cono gigante da 12 euro. I prezzi sono medio/alti, ma sono ampiamente giustificati dall'elevata qualità e dall'estrema generosità delle porzioni (per tutti i coni). Infine, considerando anche la posizione centralissima di questa storica gelateria, non ci si può proprio lamentare.

 

    6. Il capriccio di Carla, piazzale Prenestino 30/31, zona Prenestino – Pigneto.

 

Gelato ottimo, in particolare per chi ama il genere cremoso e vellutato. Un capolavoro lo zabaione. Da non perdere il cioccolato fondente Valrhona, la nocciola del piemonte IGP ed il pistacchio. Molto buoni la crema ed il mascarpone al caffé con scaglie di cioccolato fondente Domori. Originali e gradevoli i gusti Sacher e Setteveli. Tra i gusti di frutta, tutti senza latte (cocco compreso), di grande livello fragola e banana. Gustosa la panna. Alta qualità, prezzi bassi e porzioni generose.

 

    5. La Gourmandise, via Felice Cavallotti 36b, zona Monteverde - Gianicolense.

 

Gelato notevole e cremoso, quasi sempre senza glutine. Materie prime accuratamente selezionate. Gusti, non tanti ma ricercati, senza latte e con latte di capra per chi é intollerante al latte bovino. Eccellenti il cioccolato fondente Arriba 100% dell'Ecuador e la vaniglia del Madagascar. Panna magnifica. Qui non potete gustare il gelato sul classico cono, ma solo nelle coppette. Il motivo di ciò è che si ritiene che il cono non faccia assaporare nel modo giusto il gelato. Prezzi medio/alti.

 

    4. Otaleg!, via dei Colli Portuensi 594, zona Colli Portuensi.

 

Ingredienti di prima qualitá. Gelato delizioso, con un cono eccezionale che ne esalta magnificamente il sapore. Molti i gusti presenti, anche salati, che cambiano a seconda della disponibilitá delle materie prime e della voglia del gelatiere di riproporre certi gusti particolari, come l'originale e buonissimo Parmigiano Reggiano e aceto balsamico. Disponibili sia gelati che sorbetti (tutti i gusti di frutta più qualcun altro). Sublimi la liquirizia Barone Amarelli, lo yogurt, la nocciola ed il pistacchio. Da provare anche il cremoso di banana e cioccolato. Laboratorio a vista, subito all’entrata del locale con davanti un piccolo ma apprezzabile spazio per sedersi. Coni e coppette disponibili a partire da 1,50 euro (un gusto) fino a 4 euro (quattro gusti).

 

    3. Fatamorgana Gelato, via Lago di Lesina 9, zona Trieste.

 

Gelateria naturale, senza glutine, ideale per i celiaci. Gelato di alta qualtà, molto gustoso e leggero. Gusti numerosi sia classici che soprattutto particolari. Deliziosi il tiramisù (sembra di mangiare il dolce), il cioccolato del Madagascar ed i sorbetti al limone e alla fragola. Molto buoni arachidi e pistacchio di Bronte. Tra i particolari, notevoli stracciatella piccante, cioccolato al fruttosio (senza latte), latte menta e cioccolato, zabaione al Ratafia con amarene, crema al limone e banana al lime. Da provare anche lo strano gusto Panacea con menta fresca, latte di mandorle e ginseng. Ottima la panna. I coni, anch’essi senza glutine, costano dai 2 ai 5 euro. Personale gentile e disponibile che spiega con accuratezza ogni particolare del gelato proposto.

 

    2. Come il latte, via Silvio Spaventa 24/26, zona Sallustiano – XX Settembre.

 

Gelato eccellente e molto gustoso, preparato con ingredienti biologici. Ovviamente presenti sia gusti classici che più elaborati. Come suggerisce il nome della gelateria, il latte fresco è l’ingrediente principale ed è presente in tutte le creme ed in alcuni gusti di frutta, come ad esempio il cocco. Diversi gusti alla frutta sono invece privi di latte. Magnifici il caramello al sale, il mascarpone con i biscotti Gentilini, il cioccolato fondente, la nocciola, il pistacchio ed il cocco. Sublime il cioccolato fuso fondente al 64% (c’è anche quello bianco), che fuoriesce da un rubinetto (una fontana di cioccolato), gustosissimo anche solo a vedersi, da mettere dentro il cono e sopra la cialda che ricopre la panna. Coni e coppette disponibili nelle canoniche versioni: piccola da due gusti al prezzo di 2,20, media e grande da tre gusti rispettivamente al prezzo di 3 e 3,50 euro. Le porzioni sono molto grandi, tanto che per qualcuno il cono medio potrebbe costituire una cena. La qualità è molto elevata ed i prezzi sono standard. Importante la presenza di alcune panchine fuori dal locale per degustare il gelato, che date le dimensioni ragguardevoli e la naturale tendenza a sciogliersi, potrebbe essere poco indicato per i vostri vestiti.

 

    1. Neve di latte, via Luigi Poletti 6, zona Flaminio – piazza Mancini.

 

Gelateria naturale, con ingredienti biologici. Rigorosa selezione delle materie prime utilizzate. Per ogni gusto, si percepiscono perfettamente gli ingredienti che lo compongono, i quali vengono elencati anche nelle quantitá in cui sono presenti. I gusti non sono tanti, ma tutti ottimi o eccezionali. Imperdibili il cioccolato fondente toscano Amedei, la crema con le uova di Paolo Parisi, la stracciatella al cioccolato fondente toscano, la nocciola tonda gentile delle Langhe, il pistacchio selvaggio di Bronte, il creme caramel alla nocciola e la banana. Positiva la presenza di una saletta interna (cosa purtroppo rarissima) con un tavolo sociale, dove si può comodamente gustare questo eccellente gelato, cremoso e leggero. I coni costano dai 2,5 ai 5 euro.

 

 

Segnaliamo inoltre l'Angolo del Gelato in via Trionfale 75c, zona Trionfale - Balduina e soprattutto per gli appassionati di panna il Palazzo del Freddo di Giovanni Fassi in via Principe Eugenio 65, zona piazza Vittorio Emanuele II.

 

 

 

3 comments

Default avatar
angelo
Ven, 09/12/2014 - 13:28

Personalmente mi sembra poco riconoscente la votazione per Giolitti e troppo generosa per Otaleg (4° posto...) ...Ma i gusti sono gusti...

Default avatar
cinzia
Sab, 09/20/2014 - 10:20

avrei messo primo come il latte, seconda fatamorgana e terza gelato di dei

Default avatar
Giulio
Sab, 09/20/2014 - 12:29

Il primo posto spetterebbe alla Gourmandise a mio avviso.

Inserisci un nuovo commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

PHP code